Istituto Scientifico di Veruno

Unità Operativa di Pneumologia Riabilitativa

01
Riabilitazione Pneumologica
0
Obiettivi principali del trattamento riabilitativo presso la Divisione di Pneumologia Riabilitativa sono la riduzione dei sintomi, in particolare della dispnea, la diminuzione della disabilità, una maggiore partecipazione alle attività fisiche e sociali, il miglioramento della qualità globale di vita, anche in presenza... Leggi Tutto
Obiettivi principali del trattamento riabilitativo presso la Divisione di Pneumologia Riabilitativa sono la riduzione dei sintomi, in particolare della dispnea, la diminuzione della disabilità, una maggiore partecipazione alle attività fisiche e sociali, il miglioramento della qualità globale di vita, anche in presenza di irreversibili alterazioni morfo-strutturali d’organo.
Questi obiettivi sono raggiunti attraverso molteplici processi che comprendono il riallenamento all’esercizio fisico, interventi educazionali sul paziente e sulla sua famiglia, interventi psicosociali e comportamentali, ottimizzazione del trattamento farmacologico, valutazioni clinico-funzionali di accesso e di outcome.
I benefici attesi dal trattamento sono nella gran parte dei casi realizzabili anche in fasi molto avanzate di malattia: nonostante gli indici funzionali generalmente utilizzati per quantificare il grado di ostruzione delle vie aeree e/o di iperinsufflazione polmonare non subiscano variazioni apprezzabili nel corso di un trattamento riabilitativo, si può ugualmente conseguire un miglioramento significativo della funzione respiratoria, in particolar modo dello scambio gassoso e dei valori dei gas ematici; una parte non trascurabile della disabilità non è peraltro determinata dalla malattia respiratoria di per se ma dalle sue conseguenze funzionali e da patologie associate o da essa indotte: il recupero del decondizionamento muscolare ed il miglior coordinamento dei diversi elementi che concorrono all’attività della pompa ventilatoria, hanno come risultato la possibilità per il paziente di camminare più speditamente e con un minor grado di dispnea, così come una aumentata capacità di far fronte autonomamente ad attività fisiche più o meno gravose (cura della persona, attività domestiche, attività lavorativa etc).Chiudi Tutto

QUALI PAZIENTI

Le principali tipologie di degenti per i quali il ricovero presso la Divisione di Pneumologia Riabilitativa investe un preciso significato clinico, assistenziale e riabilitativo è rappresentata da:
  • pazienti con Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva ovvero l’insieme tra Bronchite Cronica ed Enfisema
  • pazienti con Asma Bronchiale Cronico
  • pazienti con Insufficienza Respiratoria da qualsiasi causa
  • pazienti con Interstiziopatie polmonari diffuse (fibrosi polmonari, es fibrosi idiopatica, sarcoidosi, silicosi etc.)
  • pazienti con Bronchiectasie
  • Pazienti con disturbi respiratori correlati al sonno come ad esempio Sindrome delle Apneee Ostruttive del Sonno (OSAS), Respiro di Cheyne-Stokes, etc. N.B. L’OSAS si associa frequentemente all’obesità ed aumenta il rischio cardiovascolare, oltre a quello di incidenti stradali e sul lavoro a causa della sonnolenza diurna che provoca. Il Centro di Medicina Cardiorespiratoria del Sonno della Divisione di Pneumologia Riabilitativa è riconosciuto come centro riferimento e centro didattico dall’Associazione Italiana Medicina del Sonno (http://www.sonnomed.it/centri_italia.htm)
  • pazienti con problemi registrati in seguito ad interventi di chirurgia toracica e generale
  • pazienti con Patologia Respiratoria Secondaria a Malattie Neuromuscolari o della gabbia toracica
  • pazienti in valutazione per l’ammissione al trapianto di polmone e cuore-polmone
  • pazienti che necessitano di gestione post-intensiva dell’insufficienza respiratoria.
  • pazienti con problematiche di tipo oncologico respiratorio in fase stabilizzata.

PRINCIPALI ATTIVITÀ

  • Educazione alla gestione della malattia
  • Fisiokinesiterapia respiratoria classica
  • Ossigenoterapia a lungo termine
  • Ventilazione polmonare meccanica non invasiva ed invasiva
  • Trattamento dei disturbi respiratori del sonno
  • Preparazione specifica pre-operatoria
  • Riabilitazione del paziente post chirurgico
  • Drenaggio delle secrezioni bronchiali con metodiche fisiochinesiterapiche e strumentali
  • Allenamento all'esercizio fisico
  • Allenamento selettivo dei muscoli respiratori

Responsabile

Bruno Balbi
Vai alla pagina

Contatti

PIANO II

Coordinatore infermieristico di U.O. Sig.ra Sabine Seemayer
Tel 0322/884941

Posti letto

Posti letto attivati in regime di degenza ordinaria: 77 + 5 di Unità di Terapia Sub-intensiva

Multimedia

Videogallery

Staff

Federica Anchisi

Medico

Armando Capelli

Medico

Alberto Braghiroli

Medico

Antonio Patessio

Medico

Carlo Sacco

Medico

Sergio Zaccaria

Medico

Fiorella Nalin

Coordinatore palestra

Elena Paracchini

medico

Fabio Sultani

Medico

Monica Simonotti

Coordinatore Infermieristico