Contro la cronicità, Dieta mediterranea

Comunicato stampa

25.09.2017

Alla Maugeri, fisiopatologi, nutrizionisti, biologi, a convegno con i produttori 
delle eccellenze del Pavese, sul valore della alimentazione 
come prevenzione e supporto alle cure nelle malattie croniche   La battaglia contro la cronicità passa anche dalla tavola. Lo diranno, coi loro interventi, alcune decine di medici, nutrizionisti, biologi che si riuniranno il 30 settembre prossimo per il convegno La Dieta mediterranea, determinante nella prevenzione e supporto nelle patologie croniche, che si svolgerà all'auditorium dell'ICS Maugeri Spa di Pavia (Via S. Maugeri, 6, a partire dalle ore 8,00 e per tutta la giornata).  
  “La salute”, spiega la biologa e nutrizionista Cinzia Veltri, dell'IRCCS Maugeri Pavia Boezio, “è il risultato di un equilibrio tra i fattori che inducono la malattia e quelli che la prevengono, l’alimentazione è uno dei fattori chiave: se si mangia in modo sano si possono evitare molte malattie. Nessun alimento contiene nella giusta misura”, prosegue, “ma tutti i nutrienti indispensabili a un organismo, quindi in una dieta corretta la quantità e la varietà degli alimenti sono adeguati e forniscono al corpo tutte le molecole necessarie nelle giuste proporzioni”.  Secondo la Veltri, che è responsabile scientifica del convegno,  “la nutrizione è una successione di eventi fisiologici e biochimici, che comincia con l’ingestione dell’alimento e continua con una serie di trasformazioni dei suoi componenti (metabolismo), consentendo all’organismo di disporre delle sostanze fondamentali per preservare, rinnovare le sue cellule e ottenere energia per le sue funzioni. Inoltre ogni giorno assumiamo alimenti che contengono molecole che possono avere effetti differenti sulla salute e la stessa sostanza può fare bene o male a seconda della quantità assunta”. Anche le modalità di cottura sono importanti ai fini di una sana nutrizione, prosegue la nutrizionista, “ci sono preparazioni preferibili ad altre per mantenere inalterate le caratteristiche nutrizionali del cibo, mentre temperature molto elevate possono portare alla formazione di alcuni prodotti dannosi per l’uomo”. Infine, conclude Veltri, “la scelta dei cibi e delle bevande condiziona la nostra dieta è importante leggere e comprendere le etichette degli alimenti perché ciò consente al consumatore di fare scelte più sane e consapevoli”. 
  A presentare le loro ricerche e le loro attività di cura, saranno, tra gli altri, studiosi della Maugeri, come il primario della U.O. Cure palliative dell'IRCCS Pavia Boezio, Daniele Miotti (su Infiammazione e dolore); farmacologi e biologi dell'Università di Pavia, come Luigia Favalli, Alessandra Baldi, Paola Rossi, Roberto Ciccone, Sofia Giorgetti (su Alimenti e attività antinfiammatoria, stress ossidativo, funzioni cognitive, vitamine antiossidanti, componenti nutraceutici, cotture e preservazione dei principi nutritivi, lettura delle etichette); ricercatori dell’ente nazionale CREA (Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria) Laura Rossi e Fabio Virgili che interverranno, rispettivamente, su Dieta mediterranea e LARN (Livelli di Assunzione Raccomandati di Energia e Nutrienti) e Dal riduzionismo al sistem nutrition o, ancora, come Giuliana Gargana (Istituto Nazionale dei Tumori di Milano), che presenterà una relazione intitolata Le indicazioni sulla dieta per la prevenzione e la cura dei tumori. Non mancheranno neppure gli interventi di chi, della Dieta mediterranea, studia le materie prime. Come, tra gli altri, Graziano Rossi e Silvia Bodino, rispettivamente della Banca del germoplasma  e del dipartimento di Scienza della terra dell'Università di Pavia, che parleranno di Antiche cultivar orticole e cerealicole di interesse nutrizionale legate al territorio. 
  Durante la giornata sarà anche possibile degustare un menù studiato ad hoc con alimenti, a Km 0, della salutare tradizione Mediterranea, ideato e preparato da docenti e allievi dell‘APOLF, Agenzia Provinciale per l‘Orientamento, che si occupa di attività formative nell‘ambito della ristorazione Nella sessione pomeridiana, previsti alcuni laboratori dedicati a produttori di materie prime di qualità e alla agricoltura biodinamica. L'interesse del mondo agricolo e dell'agricoltura di qualità è testimoniato dai patrocini di Coldiretti e SlowFood. La partEcipazione al corso dà diritto a sette crediti formativi per vari profili sanitari. Per informazioni e iscrizioni: bquadro-congressi.it 

Qui il programma: --

Scarica allegato (.pdf, 982 KB)
Cinzia Veltri, nutrizionista e biologa