Dopo 10 anni riprese le cardioscintigrafie all'IRCCS Pavia

Comunicato stampa

30.11.2016

La diagnostica di Cardiologia nucleare torna all’IRCCS Pavia della Maugeri. Nella sede di Via Salvatore Maugeri 10, si possono ora effettuare scintigrafie miocardiche, dopo un’interruzione di 10 anni per questo tipo di prestazioni
“Si tratta di un esame che consente di raccogliere informazioni sul funzionamento del cuore nei pazienti in cui si sospetta una cardiopatia ischemica, oppure con malattia nota per valutare il comportamento del cuore sotto sforzo o dopo test farmacologico”, spiega Giuseppe Trifirò, responsabile del Servizio di Medicina nucleare dell’IRCCS Pavia, nonché vicedirettore scientifico di ICS Maugeri Spa SB . “In alcune patologie e nei pazienti con mobilità ridotta”, prosegue il dottor Trifirò, “è necessario utilizzare un test farmacologico, somministrando farmaci in grado di ottenere una vasodilatazione coronaria”. 
L’esame prevede la somministrazione endovenosa di un farmaco radioattivo che si fissa nel cuore e che permette di acquisire immagini per mezzo di un’apparecchiatura chiamata gamma-camera; “le immagini”, aggiunge Trifirò, “vengono elaborate e interpretate dal medico nucleare e dal cardiologo che ha effettuato la prova da sforzo e danno informazioni sullo stato di perfusione del cuore e sui vari parametri relativi al suo funzionamento”.
“La nuova attività diagnostica costituisce un ulteriore passo nel continuo programma di ampliamento della tipologia di prestazioni fornite dal Servizio di Medicina Nucleare”, spiega Roberto Pedretti, direttore dell’IRCCS Pavia e del Dipartimento di Cardiologia Riabilitativa di ICS Maugeri Spa SB, “che ha portato, oltre all’attivazione della diagnostica di cardiologia nucleare, a nuove proposte diagnostiche anche in campo oncologico e neurologico, quali la PET/TC con colina nei pazienti affetti da neoplasia della prostata e la valutazione del carico di placche amiloidi nei pazienti affetti da deficit cognitivi anche con sospetto di Alzheimer. È particolarmente importante aver reso nuovamente disponibili le prestazioni di cardiologia nucleare presso il nostro Istituto perché queste continuano a rappresentare un importante momento nella diagnostica cardiologica non invasiva”.

 
 
Come avviene l’esame
Anche il paziente deve prepararsi: “Per effettuare l’esame”, chiarisce Trifirò, “deve sospendere solo i farmaci indicati dal proprio medico curante. È necessario stare a digiuno il mattino dell’esame (non si deve fare colazione e si può bere solo acqua) e bisogna evitare di assumere caffè o thè, nelle 36 ore precedenti l’esame”.                                           
Dopo la somministrazione del radiofarmaco, il paziente dovrà accomodarsi in un’apposita sala d’attesa all’interno del reparto di medicina nucleare, dove consumerà un pasto grasso, in attesa dell’acquisizione delle immagini. Al termine dell’esame, il paziente può riprendere le sue normali attività, con alcune precauzioni: non dovrà sostare all’interno dell’Istituto e dovrà evitare, fino all’indomani, vicinanza con donne gravide e bambini sotto i 12 anni.
“Tutte informazioni che chi deve sostenere l’esame troverà in un apposito documento informativo consegnato al momento della prenotazione”, sottolinea il medico nucleare. 
Le prenotazioni potranno essere effettuate anche telefonicamente ai numeri 0382.592410 oppure 0382.592411, chiamando dal lunedì al venerdì dei giorni non festivi, tra le ore 8.00 e le ore 15.30.
 

cardioscintigrafie

Cardioscintigrafia al Servizio Medicina nucleare di Pavia