Pavia premia Silvia Priori

Comunicato stampa

09.12.2016

San Siro al direttore scientifico della Maugeri, scienziata più citata d’Italia.Il 4 dicembre, un riconoscimento della Cciaa di Pavia
 
Per Silvia Priori, primario della Cardiologia riabilitativa e direttore scientifico centrale di ICS Maugeri Spa SB arriva, oggi, a Pavia, nell’aula magna dello storico Collegio Ghisleri, un importante riconoscimento: quello della medaglia di benemerita, attribuita dal consiglio comunale pavese, in occasione della festa patronale di San Siro.
 
Il sindaco, Massimo De Paoli, le consegnerà quello che a Pavia viene semplicemente indicato come “il sansiro”, per i suoi grandi meriti di scienziata, in particolare per essere stata indicata fra le top scientist italiane dall’Osservatorio nazionale per la salute della donna e per essere undicesima fra i 1.447 studiosi più citati nel nostro Paese, prima nella componente femminile della classifica. Priori, infatti, è autrice di quattro libri, di 410 articoli scientifici che sottoposti a peer review, ossia sono stati vagliati da altri cardiologi, di 71 capitoli di altrettanti libri, ed stata citata 109.056 volte, avendo uno h-index, ossia un impatto del valore scientifico dei suoi lavori, di 107 secondo l’indice Scopus e di 122 nello Scholar di Google.
 
Torinese, 56 anni, formatasi a Milano – laureata, specializzata e addottorata sempre cum laude – Priori è arrivata in Maugeri nel 1997, per dirigere il servizio di Cardiologia molecolare, diventando primario nel 2010, quindi direttore scientifico tre anni dopo.
Ordinario di Cardiologia all’Università di Pavia, è attualmente anche professore e direttore del Laboratorio di Cardiologia molecolare Centro Nacional de Investigaciones Cardiovasculares (CNIC) a Madrid, dopo aver svolto la stessa funzione, dal 2008 a quest’anno, al Cardiovascular Genetics della New York University.
 
Nelle sue ricerche Priori si occupa soprattutto dell’origine genetica di alcune malattie cardiache rare, quali Sindrome del QT lungo, Sindrome del QT corto, Sindrome di Brugada, Tachicardia Ventricolare Polimorfa Catecolaminergica, Cardiopatia aritmogena del ventricolo destro e per questo l’European Research Council-ERC le ha assegnato, nel maggio 2015, un finanziamento di 2,3 milioni finalizzato alla prevenzione della morte cardiaca improvvisa, responsabile ogni anno di migliaia di decessi (qui un approfondimento http://www.fsm.it/press-dett.php?id=15049).
Il “sansiro” non è il solo riconoscimento attribuito a Priori quest’anno: il 4 dicembre scorso, la Camera di Commercio pavese le aveva già conferito  il Paviadonna 2016.

Si

Silvia G. Priori