Istituto Scientifico di Cassano delle Murge

Cartella clinica

Aventi diritto
In quanto titolare della custodia della cartella clinica il Direttore Sanitario (art.5 D.P.R.128/69) "rilascia agli aventi diritto in base ai criteri stabiliti dalle singole amministrazioni, copia della cartella clinica e ogni altra certificazione sanitaria riguardante i malati assistiti in ospedale".
Gli aventi diritto cui è riservato il rilascio del materiale sanitario sono individuabili, oltre che nel paziente, nella persona fornita di delega, conformemente nella disposizione di legge, al tutore o all’esercente la patria potestà in caso di soggetti interdetti, in tutti i soggetti appartenenti al servizio pubblico, nel medico curante, negli enti previdenziali (INAIL, INPS) e nell’autorità giudiziaria. In caso di soggetti deceduti il diritto all’accesso alla cartella clinica è garantito previa l’identificazione nei modi di legge dell’avvento diritto.
Infine per tutelare la salute e l’incolumità psicofisica di una persona si possono legittimamente acquisire presso cliniche ed ospedali i dati sanitari di un parente anche se questi non presti il suo consenso o si rifiuti di darlo (Autorizzazione n.2/1998 emanata dal garante pubblicata sulla G.U. del 1/10/98).

Procedura per la richiesta e per il rilascio della cartella clinica
Il paziente munito di un documento di riconoscimento o un terzo munito di delega e documento di riconoscimento, che intende richiedere copia della cartella clinica, deve rivolgersi all’Ufficio Accettazione Ricoveri. Il richiedente dovrà compilare l’apposito modulo, provvedendo, nel momento della richiesta, al pagamento relativo delle spese di fotocopiatura della cartella clinica, nonché alle spese di spedizione qualora venga inviata mediante plico postale.
Il pagamento dei relativi diritti potrà essere eseguito anche tramite vaglia postale.
La cartella clinica può essere rilasciata in busta chiusa, entro 30 gg. dalla data di richiesta:
  • all’interessato munito di documento di riconoscimento;
  • a terzi muniti di delega, documento di riconoscimento proprio e documento di riconoscimento o copia del documento di riconoscimento del delegante;
  • inviata al domicilio del paziente per mezzo postale.
Sia nel caso di ritiro personale che per delega è necessario presentarsi con documento di riconoscimento in corso di validità c/o Ufficio Accettazione ricoveri.
In casi specifici per i quali la tutela del segreto professionale ed i motivi di riservatezza della diagnosi richiedono una tutela particolare, si rende necessario prevedere l’esclusione della delega ed il rilascio di copia della cartella esclusivamente all’interessato (HIV+, IVG, ecc.).
Le copie conformi di cartella clinica devono essere assoggettate ad imposta di bollo, se ed in quanto dovuta, seconda la normativa vigente.

Trasmissione copia di cartella clinica ad altro ospedale
Qualora il richiedente sia il Direttore od il Primario od il Dirigente di servizio di un ospedale od il direttore di un Istituto privato di cura ove sia in cura il paziente al fine di garantire la continuità terapeutica, la documentazione verrà inviata tramite servizio postale con aggravio delle spese di spedizione al destinatario.

Casi particolari di rilascio della cartella clinica
Rilascio della cartella clinica del minore
In caso di minore la copia della cartella clinica è rilasciata ai genitori,se il minore è figlio di genitori separati ed è affidato ad uno solo dei due la copia della  cartella clinica va rilasciata solo al genitore affidatario, previa verifica della documentazione di affido.
Rilascio della cartella clinica del minore emancipato
La cartella clinica può essere rilasciata in copia, dietro specifica richiesta, al paziente minore emancipato che presenta idonea certificazione (art. 390 c.c.).
Rilascio della cartella clinica del minore adottato
La cartella clinica od altra documentazione sanitaria del minore adottato può essere rilasciata in copia solo ai genitori adottanti che abbiano perfezionato l’atto di adozione, dietro presentazione di regolare documento di idoneità e di documento che certifichi l’adozione; solo in caso di impossibilità dichiarata dagli adottanti, la cartella clinica del minore può essere rilasciata ai parenti adottivi più prossimi del minore. Nel caso in cui nella cartella clinica od in altra documentazione sanitaria risultasse la paternità o la maternità originaria questa, a garanzia del segreto d’ufficio, non potrà essere portata a conoscenza di nessuno salvo autorizzazione espressa dall’autorità giudiziaria.
Rilascio della cartella clinica dell’interdetto o dell’inabilitato
L’interdetto per grave infermità (art. 414 c.c.) è rappresentato dal tutore il quale, producendo la certificazione idonea ad attestare il proprio stato, è legittimamente autorizzato a ricevere copia di cartella clinica. Analogamente l’inabilitato per infermità di mente (art. 415 c.c.) alcoolismo, tossicodipendenze, sordomutismo o cecità è assistito dal curatore il quale, producendo la certificazione idonea ad attestare il proprio stato, è legittimamente autorizzato a ricevere copia di cartella clinica.
Il funzionario nel momento del rilascio potrà riconoscere lo stato di interdizione o di inabilitazione dalla copia integrale dell’atto di nascita, o dalla copia della sentenza, da cui risulteranno i motivi e l’indicazione del tutore o del curatore.
Rilascio della cartella clinica di un congiunto defunto
Copia della cartella clinica di un defunto può essere richiesta dai legittimari della stesso (ex. art. 536 c.c.) e precisamente: il coniuge, i figli legittimi, i figli naturali, in mancanza dei predetti gli ascendenti legittimi, nonché, dagli eredi testamentari.
Al momento del rilascio il richiedente dovrà presentare una autocertificazione attestante la qualità di legittimo erede, la relazione di parentale esistente con il defunto nonché l’indicazione dei dati anagrafici del paziente, della data di entrata, dimissione o decesso e l’indicazione precisa della clinica/reparto in cui il paziente è stato ricoverato, certificato di morte. Quando le persone indicate nel comma precedente siano più e vi è dissenso, decide l’autorità giudiziaria.

Rilascio di radiogrammi e referti
Al fine di conservare presso l’ospedale la documentazione necessaria a conferma degli atti medici eseguiti durante i ricoveri, verranno rilasciate le copie delle radiografie in originale, dietro richiesta dell’interessato e pagamento di quanto appositamente stabilito dall’Amministrazione.
Per richiedere copie d’accertamenti di diagnostica per immagini (Radiografie, Ecografie ecc.), ove possibile la duplicazione, è necessario consegnare la richiesta in Radiologia alcuni giorni prima della dimissione.

Il rilascio sia della copia della cartella clinica che di radiogrammi e referti viene eseguito presso l’ufficio predisposto negli orari di apertura.

Direzione

Direttore

Mauro Carone

Direttore Sanitario

Direttore Scientifico

Domenico Scrutinio

Direttore Scientifico emerito

Luigi Ambrosi

Responsabile Amministrativo

Luigi Zanchi

Contatti

Via per Mercadante km. 2
70020 Cassano delle Murge (BA)

Centralino
tutti i giorni dalle 8.00 alle 20.00
tel. 080/7814111

Multimedia

Videogallery