Il rapporto lavoro - ambiente - salute

La Medicina del Lavoro  o Medicina Occupazionale studia i rapporti fra la salute dell’uomo e il suo lavoro. L’esposizione a rischi professionali di varia natura può provocare, favorire o aggravare svariate forme morbose, concretizzandosi in infortuni sul lavoro, malattie professionali o malattie correlate al lavoro (work-related diseases). Questi disturbi presentano un’eziologia multifattoriale e complessa poiché derivano dall’interazione dei fattori di rischio professionale con fattori genetici, stile di vita e agenti patogeni presenti nell’ambiente generale di vita.
La Medicina Occupazionale è quindi strettamente connessa alla Medicina Ambientale, in quanto numerosi agenti nocivi - fisici, biologici e, soprattutto, chimici - possono essere generati all’interno dei luoghi di lavoro e invadere l’ambiente esterno.
Medicina Occupazionale e Medicina Ambientale sono discipline preventive, la cui finalità è impedire che le attività produttive causino danno ai lavoratori, alla popolazione o all’ambiente naturale.