Il Prof. Salvatore Maugeri

Salvatore Maugeri nasce nel 1905 ad Acicatena, in provincia di Catania, si laurea in Medicina e Chirurgia a Parma e, sempre a Parma, in Clinica Medica, inizia una regolare carriera accademica che lo vede prima Assistente e poi Aiuto.
Nel 1936 è a Milano, Aiuto in Medicina del Lavoro; nel 1941 è a Padova, Titolare della Cattedra di Medicina del Lavoro, cattedra che terrà fino al 1955. Nel 1952, sempre a Padova, fonda il primo Istituto di Medicina del Lavoro.
Nel 1955 è a Pavia dove, nel 1960, realizza il secondo Istituto Universitario di Medicina del Lavoro, inaugurando, in via Boezio, il primo nucleo della Clinica del Lavoro.
 

Di estrazione, formazione e cultura clinica, si occupò, negli anni '50 - '60, dei grandi rischi occupazionali monofattoriali (silice, piombo, solfuro di carbonio, cloruro di vinile, amianto, benzene) generati da uno sviluppo industriale post-bellico violento, irriguardoso del rischio per il lavoratore e l'ambiente, in assenza di una condotta preventiva. Capì l'importanza  della identificazione e misura degli agenti di rischio per contrastarne all'origine le cause. Nacque così a Pavia il Laboratorio di Igiene industriale per il monitoraggio delle esposizioni nell'ambiente di lavoro.
Volle anche una struttura sanitaria in grado di agire sulla funzione  compromessa da processi patologici di per sé poco sensibili alla terapia. Nacquero così i Centri di Riabilitazione, utilizzando uno strumento operativo creato ad hoc, cioè la "Fondazione pro-Clinica del Lavoro" riconosciuta personalità giuridica (DPR 991/1965), poi diventata  il  primo  Istituto   di Ricovero e  Cura a  Carattere Scientifico (IRCCS) sorto  a Pavia (DM 21/11/1969)  e  intitolato  a  Salvatore Maugeri dopo la  Sua scomparsa (avvenuta  il  24 febbraio 1985): "Fondazione Salvatore Maugeri, Clinica del Lavoro e della Riabilitazione" (DM 30/5/95).
 
La grande intuizione di Salvatore Maugeri fu quella di comprendere la necessità di individuare nuovi strumenti per il recupero dell'eventuale danno conseguente all'attività lavorativa. Per questo la Fondazione negli anni '70 affronta il problema, istituendo gli Istituti di Riabilitazione Ospedaliera.